Crea sito

Un’Applicazione eShop Potrebbe Permettere di Utilizzare Software Homebrew Legalmente

Nintendo Switch Nintendo 3DS N2S

Applicazione eShop Potrebbe Permettere di Utilizzare Software Homebrew

Forse presto potremo vedere degli homebrew realizzati per 3DS, ma senza alcun bisogno di crackare, modificare o avviare schede di gioco non originali. Niente spese per acquistare schede flash, nessun rischio di trovarne di false, non sarà necessario stare dietro agli aggiornamenti e ai software non ufficiali che a volte richiedono complesse operazioni, nessun rischio di aggiornamente che blocchino i software e nessun rischio per la nostra console, nè di brick ne di trovare software fraudolento che possa dannegiare la console, la scheda o infettare il pc.

Ma come sarebbe possibile tutto questo? Grazie ad un’applicazione che funzionerebbe come Petit Computer (software mai arrivato in Europa). I programmi creati da amatori, professionisti o anche da semplici utenti potrebbero essere diffusi, scambiati e avviati solo tramite l’apposita app rendendo tutto sicuro e semplice.

C’è da dire però che la cosa non è ancora ufficiale anche se il software già esiste ed è ad un buono stadio di programmazione. Il creatore dell’applicazione non sarebbe un programmatore inesperto, ma un programmatore indie esperto che ha già lavorato su DS vendendo tramite DSiWare (Hugo Smits della Goodbye Galaxy Games, i suoi giochi sono: Flipper; Flipper 2; Ace Mathician; Color Commando). Il suo progetto però non è ancora stato sottoposto al vagliod i Nintendo per l’approvazione.

Facendo un passo indietro vediamo come è nata quest’idea, facendo un sunto di quello che Hugo Smits dice sul suo blog ufficiale. Hugo Smits ha lavorato con devkits ufficiali di Nintendo sia su DS che su 3DS ed ha subito notato che la cosa a lungo andare può risultare noiosa dato che molto del lavoro bisogna farselo da soli creando ulteriori tool per velocizzare il resto del lavoro. Cosa semplice per le grandi aziende, molto lenta per le piccole ditte indie. Tutti questi tool personalizzati diventano la base per i software che poi si creeranno, velocizzandone il lavoro successivo, ma creare questi tool può portare via anche un intero anno.

La Goodbye Galaxy Games sta lavorando a questa serie di tool ed è per questo che ancora non ha pubblicato nulla per 3DS.

Un’altra mancanza dei devkit di Nintendo è un buon emulatore per testare il proprio gioco in fase di sviluppo direttamente sul proprio pc, riducendo i tempi di test. I devkit possono avviare un software in fase di sviluppo, ma questa operazione è lenta, anche se non di per se, ma perchè ripetuta più e più volte in molte fasi di sviluppo (compilare -> trasferire su devkit -> avviare e testare -> correggere -> e ricominciare il ciclo infinito) il trasferimento su devkit è la parte più lunga sebbene si aggiri tra i 30 e i 60 secondi, un emulatore azzera totalmente quest’attesa.

Infine Hugo Smits usa anche un suo interprete BASIC personalizzato, molto simile al Visual Basic, ma con qualche subroutine e funzioni, che permette di inserire della grafica personalizzata da usare direttamente nel programma come librerie. L’interprete permette di testare imemdiatamente il programma con una sorta di emulatore integrato e di salvare i propri risultati anche su di una SD o in QR Code per trasferire subito il programma sul proprio hardware.

Il programma su 3DS può leggere questi dati allo stesso modo di Petit Computer (ma senza un poter scrivere direttamnte il codice da esso) permettendo quindi di importare i propri software, ma anche quelli di altri, e di utilizzarli su 3DS. Lo sviluppo però va interamente fatto su PC.

Applicazione eShop Potrebbe Permettere di Utilizzare Software Homebrew

Applicazione eShop Potrebbe Permettere di Utilizzare Software Homebrew

L’autore fa un po’ di confusione sul suo sistema di programmazione, sui tool che ha creato e su quello che ha in mente di realizzare per gli homebrew non lasciando bene intendere quanto questo software sia già pronto o se gia lo usa e cosa invece sono i suoi progetti per rendere il software pubblico. Quello che però è chiarissimo è la sua intenzione di ottimizzare dei software che già usa per creare un’applicazione da vendere su eShop ad un prezzo molto basso (lui propone 2$, ma il prezzo finale sarà scelto da Nintendo quando e se approverà la cosa) che possa avviare software homebrewcapaci di sfruttare le potenzailità del 3DS. Rilascerebbe poi in modo totalmente gratuito il software per la creazione del software da scaricare ed usare su pc, software che utilizzeranno i programmatori per creare gli homebrew, ma non necessariamente utenti che voglionos olo usufruire di homebrew creati da altri.

Il tool per pc potrà creare sia file eseguibili da copiare su scheda SD che codici QR per scaricare i programmi direttamente sul 3DS (per i programmi “piccoli” o tramite un link per quelli più “grossi”). Ulteriori dettagli per chi fosse interessato alla cosa come sviluppatore possono essere trovati sul blog ufficiale dove si raccolgono anche pareri per sondare quanto il pubblico possa apprezzare la cosa, quindi se siete interessati spronate Hugo Smits e diffondete la notizia.

2 Risposte a “Un’Applicazione eShop Potrebbe Permettere di Utilizzare Software Homebrew Legalmente”

  1. ciao io sono ny3ds ma scusa io volevo sapere se mi puoi aiutare a scaricare dei file gratuiti di giochi ti prego se lo sai me lo dici.

La tua opinione è importante, lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.