Crea sito

I Port Su Switch Saranno Semplici

I Port Su Switch Saranno Semplici

I Port Su Switch Saranno Semplici

I port su Switch saranno semplici, è quello che emerge dai commenti fatti dal CEO di NVIDIA, Jen-Hsun Huang, che ha parlato di Switch durante l’ultimo financial call della compagnia la scorsa settimana. Huang ha dichiarato ai partecipanti che il processore Tegra che avrà la console è simile a quelli che sono montati sulle console Microsoft e Sony e su molti gaming PC. Proprio grazie a queste similitudini sarà facile per gli sviluppatori fare dei port per Switch in maniera molto più semplice che su altre console Nintendo.

Huang ha detto:

“La qualità dei videogiochi è cresciuta significativamente. E uno dei fattori del valore delle produzioni dei giochi che è stato possibile è grazie al fatto che i PC e le due principali console, Xbox e PlayStation, e – nel prossimo futuro – la Nintendo Switch, tutte queste architetture sono comuni nel senso che tutte usano GPU moderne, tutte usano shading programmabili, e tutte hanno sostanzialmente features simili”.

Huang ha anche detto che ci sono differenze tra i chip della Switch, del PC e delle altre console. Ma mentre il processo varia nel design e nelle capacità, tutte hanno un linguaggio di architettura comune.

“Come risultato di questo, gli sviluppatori di giochi possono raggiungere un maggior numero di hardware con con un solo codice di base comune, e come risultato, possono migliorare la qualità di produzione, e il valore di produzione dei videogiochi” ha notato Huang.

Questo sostanzialmente significa che da un prodotto di base, quindi da un codice sorgente comune, è facile creare le differenze che servono per adattare i videogiochi alle diverse console, senza dover riscrivere daccapo l’intero codice per un’architettura completamente diversa, allungando di molto i tempi e forzando le aziende a creare spesso giochi con sostanziali differenze o esperienze di gioco differenti, si potranno così avere giochi per lo più identici su ogni console e in breve tempo. Certamente non mancheranno però le differenze che si focalizzano maggiormente sui punti di forza di ciascuna console, come i controller differenti o le modalità di visualizzazione, o le interazioni online e multigiocatore locale, ma queste non deriveranno più dalle sole differenze tecniche o da complicati adattamenti che a volte rendono impossibile portare al 100% un gioco, ma solo dalla volontà di differenziare le varie versioni.

Questo senz’altro potrebbe portare su Nintendo giochi che raramente abbiamo visto o che spesso arrivano in ritardo, o che sono cancellati per difficoltà tecniche, ma potrebbe significare anche il contrario, potremmo vedere giochi solitamente esclusiva Nintendo arrivare su PC o altre console, anche se solo di terze parti. Certo volendo se Nintendo volesse portare qualche suo IP su PC o altre console ora avrebbe semplici mezzi per farlo.

La tua opinione è importante, lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.